Il Reset Nutrizionale: chi ben comincia è a metà dell’opera

Mettersi alle spalle il periodo invernale ed affacciarsi alla primavera attiva nel nostro organismo tutta una serie di cambiamenti che sono indispensabili per iniziare al meglio la bella stagione.

La natura si risveglia, il tempo migliora, le ore di luce si allungano ma tutto ciò non ha solo effetti positivi sul tuo stato psicofisico: anzi, ad inizio primavera è piuttosto comune riscontrare in alcuni soggetti un certo senso di stanchezza, spossatezza fisica, ansia, insonnia e mancanza di concentrazione.

Questo stato transitorio è soprattutto legato al fatto che con l’allungarsi delle giornate e l’aumentare delle temperature esterne il nostro corpo fatica ad adattarsi, reduce dai ritmi rallentati del periodo invernale. Sottolineo che questa non è una condizione patologica, ma per questo dobbiamo fare qualcosa per cercare di contrastarla.

Per affrontare al meglio l’inizio della nuova stagione dobbiamo in primis fare un po’ di “ordine e pulizia” nel nostro piano alimentare, insomma dobbiamo mettere in atto un piccolo reset nutrizionale, che ci aiuti ad alleggerirci, depurarci e disintossicarci da tutto ciò che abbiamo accumulato nei mesi invernali.

Infatti, con la primavera bisogna recuperare tutte le buone abitudini:

  • non saltiamo mai i pasti principali (ad eccezione della colazione nei primi giorni di reset) e ove possibile ripristiniamo gli spuntini di metà mattina e pomeriggio, infatti i digiuni prolungati innescano nel nostro organismo “segnali di carestia” che immediatamente portano a diminuzione del dispendio energetico e aumentata capacità di assorbire i nutrienti contenuti nei cibi;
  • iniziamo a diminuire, fino a limitarli al minimo, gli zuccheri raffinati, la caffeina ed i lieviti, per il loro elevato potere infiammatorio, che innesca l’accumulo di liquidi di ritenzione, perché le sostanze eccitanti come la caffeina tendono ad aumentare lo stress dell’organismo e perché l’alto indice glicemico degli zuccheri favorisce l’accumulo di tessuto adiposo;
  • iniziamo ad includere in ciascuno dei nostri pasti una fonte di proteine, magari quelle più leggere e facilmente digeribili che ci vengono fornite dalle carni bianche, dal pesce fresco o dai legumi. Un adeguato apporto proteico è infatti indispensabile per ridare forza e vigore ai muscoli, soprattutto dopo un allenamento intenso, e stimola fortemente l’attività metabolica;
  • sostituiamo la pasta e il pane raffinati o “bianchi” con farine integrali anche di riso, mais, quinoa e grano saraceno, andando a ridurre così il sovraccarico da glutine, che è responsabile di molte sensibilizzazioni alimentari che portano sempre più frequentemente problemi di gonfiore addominale e malfunzionamento intestinale;
  • alleggeriamo l’apporto calorico della nostra dieta, limitando il consumo di grassi saturi come quelli contenuti in latticini, insaccati, carni grasse e piatti con preparazioni troppo elaborate e ricche di condimenti;
  • inseriamo più verdura cruda, soprattutto all’inizio dei pasti, mentre lontano dagli stessi via libera alla frutta fresca, ma sempre senza esagerazioni (sono pur sempre zuccheri!). In particolare, la verdura e la frutta sono ricche di acqua, fibre, sali minerali, vitamine e molecole antiossidanti. Avete mai pensato alle verdure crude (sedano, carota, finocchio, ecc.) per i vostri spuntini? Oltre ad essere ricche di vitamine, minerali e antiossidanti essenziali per l’organismo, contengono pochissime calorie e tante fibre utili a favorire il senso di sazietà. E poi sono ottime da sgranocchiare!
  • cerchiamo di bere più acqua, magari inserendo anche bevande a base di thè verde o tisane con erbe dalle proprietà disintossicanti, drenanti o antiossidanti. Sono perfette l’ortica, il tarassaco, la bardana, la menta, il limone, per non dimenticare poi gli inflazionatissimi zenzero e curcuma freschi.

Già dopo qualche giorno ci sentiremo più leggeri, carichi di rinnovata energia e soprattutto pronti per il nostro prossimo obiettivo: la fase di riattivazione metabolica.

Non sai bene di cosa parlo? O non sai come mettere in pratica i miei consigli?

Ho un suggerimento: si chiama VitaFit, ed è un programma nutrizionale e di allenamento completamente gratuito, grazie al quale ogni giorno ricevi il piano di allenamento e quello nutrizionale, a cominciare proprio da un obiettivo di Spring Reset.

Se vuoi saperne di più, non devi fare altro che cliccare qui!

Dott.ssa Debora Martorelli